Provvidenziale intervento dei poliziotti della Volante del commissariato San Carlo all’Arena in via Nicola Nicolini, zona Ponti rossi. In manette sono finiti Ciro Contini, 30enne nipote del boss Eduardo ‘o roman e Vincenzo De Pompeis, 18 anni. I due sono ritenuti responsabili di porto, detenzione e ricettazione di arma  e munizionamento.I poliziotti nel corso di ordinari servizi di prevenzione e repressione dei reati in genere, poco dopo l’una di notte, in via Nicolini appunto, hanno intercettato  una

autovettura Micra con a bordo due giovani che hanno destato la loro attenzione .Gli hanno intimato l’alt per un controllo ma, i due giovani, hanno repentinamente invertito la marcia, effettuando un testa coda,  e sono fuggiti in direzione via Arenaccia. A quel punto hanno deciso di parcheggiare l’auto e tentare la fuga a piedi. Gli agenti hanno peró subito riconosciuto Contini (considerato l’attuale reggente del gruppo) mentre usciva dalla autovettura e tentava si disfarsi di una pistola. L’uomo è stato poi bloccato in via Bernardo Tanucci.L’altro poliziotto recuperava, nella via Sant’Attanasio, la pistola, una Python 357 Magnum CTG Colt’s PT.F.A. di fabbricazione USA con matricola leggibile e completa di 5 proiettili  di cui 4 Magnum  ed una 38 special.L’arma risultava essere compendio di furto, denunciato  regolarmente nel 2010.I due sono stati arrestati per i reati di porto e detenzione nonché di ricettazione di arma ma gli è stata contestata l’aggravante di agire a favore dell’associazione criminale, mediante il “pattugliamento” teso a dimostrare il controllo del territorio.I due giovani sono stati arrestati e condotti presso il carcere di Secondigliano.

Fonte InterNapoli