In accordo con lo staff medico, il club ha deciso «a scopo prudenziale» di svolgere ulteriori approfondimenti.

Continua a leggere

Tanti quotidiani convengono sulle possibili scelte di Ancelotti per il Chievo, con un po’ di turnover in vista. Per il Corriere dello Sport le rotazioni potrebbero essere più di tre o quattro. C’è infatti anche Ounas che scalpita e l’esterno algerino potrebbe avere la sua chance e relegare in panchina sia Fabian che Zielinski. Così come Karnezis potrebbe far rifiatare Ospina. Di seguito la probabile formazione scritta oggi dal quotidiano romano:100 mila spettatori popoleranno il San Paolo tra oggi e mercoledì per le

Continua a leggere

Oltre la metà ha figli, bambini o adolescenti, una su tre è straniera, ma la maggior parte delle vittime di mariti ed ex abita nel Mezzogiorno. E, prima di denunciare, aspetta. E, dopo aver chiesto aiuto, capita che faccia un passo indietro, spinta dalla paura.È l’identikit delle donne che si sono rivolte ai centri anti-violenza nel 2017, la prima fotografia scattata dall’Istat (con il dipartimento per le Pari opportunità, le Regioni e il Cnr) che mostra il volto fragile di un paese, dove le tutele sono crescenti, ma

Continua a leggere

Provvidenziale intervento dei poliziotti della Volante del commissariato San Carlo all’Arena in via Nicola Nicolini, zona Ponti rossi. In manette sono finiti Ciro Contini, 30enne nipote del boss Eduardo ‘o roman e Vincenzo De Pompeis, 18 anni. I due sono ritenuti responsabili di porto, detenzione e ricettazione di arma  e munizionamento.I poliziotti nel corso di ordinari servizi di prevenzione e repressione dei reati in genere, poco dopo l’una di notte, in via Nicolini appunto, hanno intercettato  una

Continua a leggere

Sospettato di aver fatto la ‘soffiata’L’ex boss pentito della Vanella Grassi Antonio Accurso ha fatto luce su uno dei tanti omicidi ancora irrisolti della faida di Scampia. E’ quello del 19enne Marco Riccio, ucciso il 26 giugno del 2012 perché i ras di Secondigliano sospettavano che avesse parlato troppo e involontariamente avesse contribuito all’arresto del latitante Fabio Magnetti, all’epoca uno dei capi della cosca nonchè cugino di Antonio Mennetta.

Continua a leggere